Skip to Content

Stile pagina

Current Style: Standard

Grandezza del testo

Current Size: 100%

IMU

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

IMU

L’IMU (Imposta Municipale Propria), nell’ordinamento tracciato dal federalismo fiscale, ha sostituito l’ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) con decorrenza 01/01/2012 .

Il Decreto Legge n.201 del 6 dicembre 2011, convertito nella legge n.214 del 22 dicembre 2011,ha introdotto in via sperimentale il nuovo tributo ed importanti modificazioni sono state introdotte dal Decreto Legge n.16 del 2 marzo 2012, convertito con modificazioni dalla Legge n.44 del 26 aprile 2012.

Successivamente, con decorrenza 01/01/2013 l'art. 1 comma 380 della legge n. 228 del 24 Dicembre 2012 (Legge di stabilità per l'anno 2013) ha introdotto le seguenti modificazioni:

- l'abrogazione del comma 11 dell'art. 13 del D.L. 201/2011 con conseguente eliminazione della quota  di imposta riservata allo Stato;

- la riserva allo Stato del gettito IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D calcolato ad aliquota standard dello 0,76 per cento, prevista dal comma 6, primo periodo, dell'art. 13 del D.L. n. 201/2011.

 

Il D.L. n. 102 del 31 Agosto 2013 ed il D.L. n. 133 del 30 Novembre 2013 hanno rispettivamente disposto l'abolizione dell'acconto e del saldo IMU 2013 del pagamento dell'imposta per le seguenti fattispecie:

- abitazione principale e relative pertinenze ad esclusione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9;

- unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;

- alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell'art. 93 del D.P.R del 24 Luglio 1977 n. 616;

- terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all'art. 13 commi 4, 5 e 8 del D.L. 6 Dicembre 2011 n. 201.

                                                                                                * * * * *

Si forniscono le seguenti informazioni per un corretto versamento del saldo Imu 2013 da effettuarsi entro il 16 dicembre 2013.

Il Consiglio Comunale con deliberazione n.32 del 24 agosto 2012 ha approvato il regolamento IMU e con deliberazione n. 33 del 24 agosto 2012 ha approvato le aliquote IMU e le detrazioni per l'anno di imposta 2012 che hanno efficacia anche per l'ANNO 2013 :

TIPOLOGIA    IMMOBILE

ALIQUOTA      /      DETRAZIONI

Abitazioni principali e relative pertinenze:

VERSAMENTO ABOLITO tranne che per le categorie catastali A/1, A/8 ed A/9

PER LE CATEGORIE A/1, A/8 ed A/9

0,45 %

detrazione su base annuale di €. 200,00 più eventuali ulteriori €. 50,00 per ogni figlio di età non superiore a 26 anni sino ad un massimo di 8 figli (dimoranti e residenti nell'abitazione principale dei genitori)

Intera quota a favore del Comune

Codice di versamento 3912

Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'art.9 comma 3/bis, del D.L. 557/93

VERSAMENTO ABOLITO

 

Immobili posseduti da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in Istituti  di ricovero  o  sanitari a seguito di ricovero permanente, a  condizione che l'immobile non risulti locato

VERSAMENTO ABOLITO tranne che per le categorie catastali A/1, A/8 ed A/9
 

PER LE CATEGORIE A/1, A/8 ed A/9

0,45 %

detrazione su base annuale di €. 200,00 più eventuali ulteriori €. 50,00 per ogni figlio di età non superiore a 26 anni sino ad un massimo di 8 figli (dimoranti e residenti nell'abitazione principale del genitore/i ricoverato/i)

Intera quota a favore del Comune

Codice di versamento 3912
 

Immobili posseduti da cittadini iscritti AIRE a condizione che l'immobile non risulti locato

VERSAMENTO ABOLITO tranne che per le categorie catastali A/1, A/8 ed A/9
 

PER LE CATEGORIE A/1, A/8 ed A/9

0,45 %

detrazione su base annuale di €. 200,00 più eventuali ulteriori €. 50,00 per ogni figlio di età non superiore a 26 anni sino ad un massimo di 8 figli (dimoranti e residenti nell'abitazione principale dei genitori iscritti AIRE)

Intera quota a favore del Comune

Codice di versamento 3912
 

Immobili di categoria C/2, C/6, C/7 non pertinenziali di abitazioni principali (case sfitte o a disposizione), oppure locati con contratto regolarmente registrato ovvero concessi in comodato gratuito ad ascendenti e discendenti di primo grado unitamente all'abitazione;

Immobili di categoria A/10, da B/1 a B/8, C/1, C/3, C/4, C/5;

Immobili destinati ad uso abitativo locati con contratto regolarmente registrato;

Immobili destinati ad uso abitativo concessi in comodato gratuito ad ascendenti e discendenti di primo grado ivi dimoranti e residenti anagraficamente.

0,76%

Intera quota a favore del Comune

Codice di versamento 3918

TRANNE che per gli immobili del gruppo catastale D la cui quota va versata allo Stato con il Codice di Versamento 3925

(ad esclusione dei posti barca che seguono una modalità di versamento differente: vedere sotto) (*)

 

Immobili appartenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa regolarmente assegnate ai soci, nonché ad alloggi assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari

VERSAMENTO ABOLITO

 

Immobili destinati ad uso abitativo non locati con contratto regolarmente registrato, sfitti, a disposizione (seconde case);

Posti barca nel locale porto turistico (CAT. D/9);

Aree fabbricabili.

1,06 %

Intera quota a favore del Comune

Codice di versamento 3918

(*) tranne che per i posti barca la cui quota deve essere così versata:

0,30% a favore del Comune con codice di versamento 3930

0,76% a favore dello Stato con codice di versamento 3925

 

PER ULTERIORI CHIARIMENTI SI RIMANDA AL TESTO COMPLETO DELLE DELIBERE DI APPROVAZIONE ALIQUOTE E REGOLAMENTO IMU.

- Aliquote IMU
- Delibera di approvazione Regolamento IMU
- Regolamento IMU

Come si effettua, in breve, il conteggio:

 

TIPOLOGIA DI IMMOBILE CATEGORIE CATASTALI    IL CALCOLO                                                            
ABITAZIONI, BOX AUTO, GARAGE, POSTI AUTO, MAGAZZINI, TETTOIE e SIMILI  da A/1 a A/9, C/2, C/6, C/7 (R.C. + 5%) x 160 : 100 X ALIQUOTA
UFFICI A/10 (R.C. + 5%) x   80 : 100 X ALIQUOTA
COLLEGI, SCUOLE, CASERME, OSPEDALI da B/1 a B/8 (R.C. + 5%) x 140 : 100 X ALIQUOTA
NEGOZI C/1 (R.C. + 5%) x   55 : 100 X ALIQUOTA
LABORATORI ARTIGIANALI e SIMILI C/3, C/4 e C/5 (R.C. + 5%) x 140 : 100 X ALIQUOTA

CAPANNONI, FABBRICHE, ALBERGHI, POSTI BARCA, STABILIMENTI BALNEARI e SIMILI (ad esclusione dei D/5)

da D/1 a D/10 (R.C. + 5%) x   65 : 100 X ALIQUOTA
 
ISTITUTI BANCARI e SIMILI D/5 (R.C. + 5%) x   80 : 100 X ALIQUOTA
AREE FABBRICABILI // VALORE STABILITO DALL’ENTE GIA’ IN VIGORE NEGLI ANNI PRECEDENTI PER L’ICI X ALIQUOTA

                                                                                                              

 

 

I SUCCITATI PAGAMENTI IN ACCONTO 2013 DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI UTILIZZANDO IL MODELLO DI PAGAMENTO UNIFICATO “F24” COME DISPOSTO A LIVELLO NAZIONALE.

Nell'elenco sottostante sono riportati i principali codici previsti per i versamenti :

PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE LIMITATAMENTE ALLE CATEGORIE A/1, A/8, A/9:

3912 (quota destinata esclusivamente al Comune)

PER GLI ALTRI FABBRICATI (AD ESCLUSIONE DEGLI IMOBILI DI CATEGORIA D):

3918 (quota destinata al Comune)

PER GLI IMMOBILI DI CATEGORIA D (ad esclusione dei posti barca):

3925 (quota destinata allo Stato)

PER I POSTI BARCA:

3930 (quota destinata al Comune)

3925 (quota destinata allo Stato)

PER LE AREE FABBRICABILI:

3916 (quota destinata al Comune)

 

MODELLO DICHIARAZIONE IMU E RELATIVE ISTRUZIONI

Si allega il modello ministeriale per la presentazione della dichiarazione Imu e le relative istruzioni. Si prega di attenersi strettamente a quanto previsto dalle istruzioni medesime al fine di evitare la presentazione della dichiarazione nei casi non previsti dalla legge vigente.

- DICHIARAZIONE IMU

- ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IMU

Si ricorda che a seguito dell'approvazione del D.L. 35 del 08/04/2013, all'art. 10 comma 4 lettera a) il termine per la presentazione della dichiarazione Imu è fissato al 30 Giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

==================================================================================================

INFORMAZIONI RELATIVE ALLA COSIDDETTA MINI - IMU :

IL DECRETO LEGGE 30 NOVEMBRE 2013 N.133 ALL'ART.1 COMMA 5 STABILISCE QUANTO SEGUE:
5. L'eventuale differenza (*) tra l'ammontare dell'imposta municipale propria risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione per ciascuna tipologia di immobile di cui al comma 1 deliberate o confermate dal comune per l'anno 2013 e, se inferiore, quello risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia di immobile di cui al medesimo comma 1 e' versata dal contribuente, in misura pari al 40 per cento, entro il 16 gennaio 2014 (TERMINE POI DIFFERITO AL 24 GENNAIO) .

(*) LA DIFFERENZA IN PRATICA E' DETERMINATA TRA L'IMPORTO DEL CONTEGGIO DELL'IMU EFFETTUATO CON L'ALIQUOTA DI BASE DELLO 0,4 % E QUELLO EFFETTUATO CON L'ALIQUOTA DELIBERATA DAL NOSTRO ENTE PARI ALLO 0,45 % : SI VERSA POI SOLTANTO IL 40% DI TALE DIFFERENZA.

IL CODICE VERSAMENTO DA INSERIRE SUL MOD. DI PAGAMENTO F24 E' 3912 E L'ANNO DI IMPOSTA 2013 .

LIMITE DEI VERSAMENTI:

trattandosi di un pagamento frazionato di una differenza di imposta si prescinde dal limite minimo dei 12,00  euro essendo questo limite relativo all’imposta annuale, ovvero, al totale del tributo annuo e non ad una eventuale "differenza" da corrispondere (art.4, comma 1, Reg.IMU).

LA MINI - IMU RIGUARDA TUTTI COLORO CHE POSSEGGONO A QUALSIASI TITOLO UN'ABITAZIONE PRINCIPALE (1^ CASA) CLASSIFICATA IN  CATEGORIA "A" ( DALLA A/2 ALLA A/7 COMPRESE ) E RELATIVE PERTINENZE.

ATTRAVERSO IL CALCOLATORE ON-LINE SOTTOSTANTE E' POSSIBILE EFFETTUARE IL CONTEGGIO DELLA MINI-IMU E STAMPARE IL MODELLO DI VERSAMENTO F24 .

==================================================================================================
 

CALCOLATORE IMU

L’Ufficio Tributi fornisce ai Contribuenti un calcolatore on-line che consente anche la stampa del modello F24.
A tal proposito si precisa che la correttezza del calcolo dipende esclusivamente dai dati inseriti dall’Utilizzatore.
Si rammenta che detto supporto non ha alcun collegamento alla banca dati catastale o alla scheda Contribuente presente nel programma informatico in uso presso l’Ufficio Tributi

 

 

  banner_imu_orizzontale_2013.gif