Skip to Content

Stile pagina

Current Style: Standard

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Pubblicazioni di matrimonio

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

Descrizione:

Chi intende contrarre matrimonio civile o religioso con effetti civili (concordatario) deve prima effettuare le pubblicazioni civili, che consistono nella pubblicazione all’Albo pretorio on line di un atto contenente le generalità degli sposi e l’indicazione del luogo dove intendono celebrare il matrimonio.
Il servizio è rivolto ai cittadini residenti che intendono contrarre il matrimonio.

Per i cittadini italiani residenti all’estero iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe italiani residenti all’estero) la richiesta di procedere alle pubblicazioni civili in Lavagna viene formulata dal Consolato italiano territorialmente competente dello stato estero di residenza del/i nubendo/i.


I minorenni che abbiano compiuto il 16° anno di età possono essere ammessi a contrarre matrimonio con decreto del Tribunale per i Minorenni competente per territorio (luogo di residenza).
Nel caso in cui gli sposi vogliano contrarre matrimonio religioso con effetti civili (concordatario) è necessario che presentino la richiesta di pubblicazioni civili del parroco.
Non occorrono testimoni.
Se uno degli sposi è residente in un Comune diverso l’Ufficiale dello Stato Civile provvede a richiedere la pubblicazione al Comune di residenza.
Se uno degli sposi è cittadino straniero e non conosce la lingua italiana deve presentarsi all’ufficio di stato civile con un interprete, che provvede alle necessarie traduzioni.

L’atto di pubblicazione è pubblicato all’Albo Pretorio on line per la durata di 8 giorni.
Il matrimonio non può essere contratto prima del quarto giorno successivo al termine delle pubblicazioni.
Le pubblicazioni decadono trascorsi 180 giorni decorrenti dal loro perfezionamento. In tal caso, per contrarre matrimonio, occorre chiedere nuovamente all’ufficio di stato civile di istruire il procedimento.

Costi:
Se entrambi gli sposi sono residenti, occorre una marca da bollo da € 16,00 per l’atto di pubblicazione.
Se uno degli sposi è residente in altro Comune occorrono due marche da bollo da € 16,00.

Riferimento normativo:
Art. 50 e segg.. D.P.R. n. 396/2000 Regolamento per la revisione e semplificazione dell’ordinamento dello stato civile;
Artt. 93 – 101 Codice Civile.

Termine di conclusione: 15 giorni subordinati ai tempi delle altre Pubbliche Amministrazioni coinvolte.

Responsabile del procedimento: Ufficiale Stato Civile.

Responsabile dell’atto finale: Ufficiale Stato Civile.

Altri enti coinvolti: altri Comuni - Consolati.

Documenti da presentare:

Note: Le persone che intendano contrarre matrimonio (con rito civile o concordatario) devono comunicare con preavviso prima della data di matrimonio, la loro intenzione di scegliere il regime patrimoniale della separazione dei beni. In mancanza di scelta, il regime cui sono sottoposti per legge i rapporti patrimoniali fra coniugi è la comunione dei beni.

Uffici correlati: