Skip to Content

Stile pagina

Current Style: Standard

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Sportello unico attività produttive - Commercio ed Attività Economiche

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

Sportello Unico attività produttive - Commercio ed Attività Economiche


>>>  dove siamo - come contattarci  <<<


Le principali attività:

  • pubblici esercizi;
  • punti di vendita esclusivi e non, di giornali e riviste;
  • Artigiani, Parrucchieri ed estetisti;
  • Autonoleggio con e senza conducente;


Elenco dei procedimenti:

L'elenco completo dei procedimenti e relativa modulistica si trova sul sito:

www.impresainungiorno.gov.it

 

la normativa è messa a disposizione sul portale infocamere: 

www.ateco.infocamere.it

 

I diritti istruttoria da versare tramite bonifico bancario alla tesoreria Comunale Banca CA.RI.GE. filiale di Lavagna piazza della Libertà, codice IBAN IT52C0617532010000006697090, sono elencati nella delibera sottostante:

DELIBERA N. 26 DEL 26/02/2018 "Aggiornamento ed istituzione diritti di istruttoria e di segreteria per i servizi prestati dagli uffici SUAP - AMBIENTE - SUOLO PUBBLICO - ARREDO URBANO - URBANISTICA."

ALL. - NUOVO TARIFFARIO UFFICI SUAP, AMBIENTE, SUOLO PUBBLICO, ARREDO URBANO, URBANISTICA.

 

MANIFESTAZIONI TEMPORANEE

Le manifestazioni temporanee sono manifestazioni musicali, sportive, danzanti o espositive, come mostre, concerti, sagre, feste, eventi di varia natura. Si svolgono in un determinato periodo, con date precise di inizio e fine.

Non rientrano in questa definizione i piccoli trattenimenti effettuati presso pubblici esercizi di somministrazione, l'installazione di giostre o attrazioni di spettacolo viaggiante e l'attività circense.

 

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per svolgere una manifestazione IN FORMA NON IMPRENDITORIALE non è necessario possedere la licenza rilasciata dal Questore o presentare SCIA al Comune. La Sentenza della Corte Costituzionale 15/02/1970, n. 56 e la Sentenza della Corte Costituzionale 15/12/1967, n. 142 dichiarano infatti l'illegittimità costituzionale dell'articolo 68 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" per lo svolgimento di manifestazioni in forma non imprenditoriale.

Se un’associazione a scopo non di lucro  vuole svolgere una manifestazione temporanea deve presentare apposita comunicazione

Per svolgere una manifestazione temporanea IN FORMA IMPRENDITORIALE a scopo di lucro è necessario ottenere autorizzazione rilasciata dal SUAP come previsto dell'articolo 69 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza".

Se la manifestazione prevede al massimo di 200 persone e sarà svolta entro le ore 24:00 del giorno di inizio, la licenza è sostituita da SCIA da presentare al  SUAP  come previsto dell'articolo 69 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza".

 

Atti e documenti da allegare: 
  1. Per le manifestazioni che si svolgono al chiuso o in uno spazio delimitato o in caso di utilizzo di strutture quali tribune o sedie per lo stazionamento del pubblico: documentazione tecnica da sottoporre alla competente Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo per il parere di agibilità ex art. 80 del TULPS;
  2. Per le manifestazioni che non richiedono il parere di agibilità: relazione di un tecnico abilitato che attesti l'idoneità statica delle strutture allestite, l'installazione a regola d'arte degli impianti elettrici e di amplificazione in area non accessibile al pubblico, nonchè l'approntamento e l'idoneità dei mezzi antincendio;

Oltre agli altri documenti  necessari alla compilazione dell'apposito modulo su www.impresainungiorno.it

 

TRATTENIMENTI MUSICALI IN PUBBLICI ESERCIZI

La Deliberazione del Consiglio Regionale n.32 del 18.11.2014 ha stabilito che:

"Le SCIA/autorizzazioni all'esercizio della somministrazione di alimenti e bevande abilitano anche a:

 

a) l'installazione e l'uso di apparecchi radiotelevisi ed impianti in genere per la diffusione sonora della musica strumentale e dal vivo e di immagini, nonchè di giochi previsti dalle normative vigenti;

b) l'effettuazione di intrattenimenti musicali senza ballo.

Nei casi di cui sopra a condizione che:

- l'intrattenimento si svolga in occasione della normale attività di somministrazione;

- i locali non siano appositamente allestiti in modo da configurare lo svolgimento di un'attività di pubblico spettacolo o intrattenimento; i locali, cioè non devono essere idonei all'accoglimento prolungato  del pubbico che assiste  o partecipa in maniera diretta e non incidentale o casuale;

- non vi sia pagamento di un biglietto per l'ingresso;

- non si applichino aumenti dei costi delle consumazioni, rispetto al listino prezzi esposto.

La semplice peresenza e l'uso di un normale apparecchio televisivo non comporta alcun adempimento.

L'uso di un televisore abilitato a trasmettere su reti decodificate partite di calcio od altri spettacoli senza importare il pagamento di un biglietto d'ingresso e senza trasformare il locale in sala da intrattenimento non comporta alcun adempimento.

In caso di organizzazione di intrattenimento devono essere rispettate le norme in materia di INQUINAMENTO ACUSTICO, di sicurezza e di prevenzione incendi. In particolare: per quanto riguarda l'inquinmaneto acustico esso è disciplinato dalla legge 26 ottobre 1995, n. 447, dalla legge regionale 20 marzo 1998, n. 12 (dispiosizioni in materia di inquinamento acustico) e dal D.P.C.M. 16 aprile 1999, n. 215.

Viene fatto salvo quanto previsto dalle recenti disposizioni approvate dal Miistero dell'interno di cui alle circolaririchiamate in premessa" 

 

AllegatoDimensione
D CR n32 18_11_2014.pdf369.7 KB