Skip to Content

Affidamento familiare delle ceneri

Versione stampabileVersione stampabileVersione PDFVersione PDF

Polizia Mortuaria - Cimiteri
Che cosa è

Il Comune di Lavagna, in linea con molti altri Comuni Italiani ed in esecuzioni delle previsioni della legge n. 130/2001, ha approvato un regolamento che prevede e disciplina la possibilità di affidare ai familiari del defunto l'urna in cui sono conservate le sue ceneri, in alternativa alle ordinarie forme di sepoltura delle stesse (inumazione, tumulazione).

Il luogo ordinario di conservazione dell'urna cineraria affidata a familiare è la residenza di quest'ultimo, salvo diversa indicazione al momento della richiesta di autorizzazione.

Si può richiedere l'affidamento anche di ceneri precedentemente tumulate o provenienti dalla cremazione di esiti di fenomeni cadaveristici trasformativi conservativi, derivanti da esumazioni o estumulazioni.

A chi è rivolto

L'affidamento viene autorizzato:

  • sulla base della volontà espressa per iscritto in vita dal defunto (esibizione di testamento pubblico o di copia del verbale di pubblicazione di testamento olografo);
  • sulla base della volontà espressa verbalmente in vita dal defunto manifestata, nella forma di autodichiarazione ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, dal coniuge, o, in difetto, dal parente più prossimo o, nel caso di concorso di più parenti dello stesso grado, dalla totalità di essi.

Come si accede

Se il decesso è avvenuto a Lavagna o le ceneri sono inumate/tumulate a Lavagna, il coniuge o i parenti più prossimi del defunto debbono presentare all' Ufficio di Polizia Mortuaria apposita domanda diretta ad ottenere l'autorizzazione all'affidamente familiare delle ceneri, compilata sul modello disponibile presso l'Ufficio.



 gli altri servizi: